Torna Una Marina di Libri. Ecco le novità annunciate durante la conferenza stampa

Torna Una Marina di Libri. Ecco le novità annunciate durante la conferenza stampa

Tra gli scrittori ospiti Maurizio de Giovanni, Vanni Santoni, Alessandra Sarchi, Davide Enia, Walter Siti e Roberto Alajmo. Presenti anche il cantante dei Tiromancino e l’ultimo segretario del Pci. Biglietto da tre euro per un giorno e da cinque per tutta la manifestazione. «Sarà un festival accessibile».

Anche quest’anno sarà l’Orto Botanico l’affascinante scenario del festival dell’editoria indipendente Una Marina di libri, promosso dal centro commerciale naturale Piazza Marina & Dintorni in collaborazione con le case editrici Navarra e Sellerio. Oltre 250 gli eventi in programma da giovedì 8 a domenica 11 giugno tra presentazioni, letture, laboratori e spettacoli per adulti e bambini, mentre in fiera saranno presenti 90 editori indipendenti nazionali e locali (20 le new entry), con uno speciale focus dedicato ai libri per l’infanzia, che vedrà la partecipazione di dieci case editrici del settore e uno specifico programma curato dalla libreria Dudi, partner del festival. Gli stand saranno allestiti tra i viali dell’Orto e intorno alla Vasca delle ninfee.

Tra i nomi di spicco di quest’anno, partendo da giovedì 8, ci sono Gaia Rayneri, autrice di Pulce non c’è, da cui è stato tratto l’omonimo film, e Fabio Stassi con uno spettacolo di pupi tratto dal libro Angelica e le comete. Venerdì 9 giugno sarà la volta del giallista Maurizio de Giovanni, reduce dal successo de I bastardi di Pizzofalcone, Vanni Santoni con La stanza profonda (finalista del Premio Strega 2017), Demetrio Paolin con Conforme alla gloria (finalista Premio Strega 2016), Alessandra Sarchi con La notte ha la mia voce (vincitrice Premio Mondello 2017) e Federico Zampaglione dei Tiromancino con una presentazione/spettacolo di Dove tutto è a metà, scritto in coppia con Giacomo Gensini.

Sabato 10 giugno nel giardino scientifico dell’università si alterneranno, tra gli altri, Roberto Alajmo, Salvatore Butera e Gaetano Savatteri, il reading di Davide Enia Appunti per un naufragio, e Walter Siti (Premio Strega 2013) con il discusso Bruciare tutto. Domenica 11 giugno, infine, in programma la presentazione del libro La più amata di Teresa Ciabatti (finalista Premio Strega 2017), Borgo vecchio di Giosuè Calaciura, una conversazione con Achille Occhetto a partire dal suo ultimo libro Pensieri di un ottuagenario. Alla ricerca della libertà nell’uomo e un focus speciale a 25 anni dalle Stragi di Capaci e Via d’Amelio con Piero Melati, Alfonso Giordano, Giuseppe Di Lello, Gioacchino Natoli, Giovanni Chinnici, Antonio La Spina, Piergiorgio Di Cara, Marcello Benfante e Costanza Licata.

«Sarà il primo festival letterario accessibile del Sud Italia – sottolineano gli organizzatori – con servizi per la comunicazione e la mobilità alle persone con disabilità motorie, cognitive e sensoriali. In particolare, durante i principali eventi la comunicazione sarà resa accessibile alle persone sorde attraverso l’interpretazione simultanea in Lis (lingua dei segni italiana) e la sottotitolazione intralinguistica automatica in italiano tramite un software di riconoscimento del parlato (Asr, automatic speech recognition) con proiezione dell’interprete e dei sottotitoli sia in sala che in streaming, e alle persone cieche attraverso l’integrazione delle parti non parlate con un’audiodescrizione in diretta».

«Stiamo già lavorando al programma del 2018 – rivela Antonio Sellerio -. In vista di Palermo Capitale della cultura Una marina di libri diventerà un appuntamento ancora più importante». Per Ottavio Navarra «L’ambizione più grande che Una marina di libri può porsi è quella di conquistare i lettori». «L’Orto botanico è la prima istituzione scientifica della città – ricorda Paolo Inglese, direttore del sistema museale dell’Ateneo – e questo luogo racconta due secoli di storia. Non è un semplice giardino, non è un parco ma un museo, un’istituzione scientifica. L’Orto Botanico ha il dovere di ospitare manifestazioni del genere e dal momento che pagare la cultura è un dovere abbiamo chiesto al pubblico un contributo simbolico per sostenere proprio l’Orto Botanico che con Una marina di libri diventa un giardino letterario».

Infatti, anche se tutti gli eventi sono gratuiti, per l’ingresso alla manifestazione bisognerà acquistare un biglietto: singolo ingresso giornaliero 3 euro, ridotto di 2 euro dai 12 ai 18 anni e per gli over 65, ingresso cumulativo per le quattro giornate 5 euro. I bambini (0-12 anni), gli universitari dell’ateneo palermitano, le scolaresche, i giornalisti e i professionisti accreditati entreranno gratuitamente, così come sarà libero e gratuito per tutti l’ingresso alla giornata inaugurale del festival, giovedì 8 giugno a partire dalle 17.30. Biglietti in prevendita dall’1 giugno all’Orto Botanico e sul circuito Ticketone. Insieme al contributo d’ingresso verrà rilasciato ad ogni visitatore un coupon che dà la possibilità di usufruire di uno sconto di 3 euro sull’acquisto di libri presso gli stand degli editori, per una spesa minima di 15 euro. Lo sconto non potrà essere cumulabile con altre iniziative promozionali degli editori (sconti, riduzioni, omaggi).

Fonte: MeridioNews