Lu fusu di la vecchia

Lu fusu di la vecchia

Ci fu un tempo in cui la Sicilia era abitata dai giganti…

O così sembrerebbe considerata la mole di alcune costruzioni che ci lascia stupiti al solo pensiero che siano state progettate ed edificate parecchie migliaia di anni fa.

Se tutti ricordiamo la storia di Polifemo o tutti conosciamo le leggende legate agli splendidi faraglioni che caratterizzano alcuni tratti delle nostre coste e ai Giganti, la maggior parte di noi non conosce un’altra leggenda, quella del fuso della vecchia.

Vi sarà capitato di fare una visita all’area archeologica di Selinunte (e se non l’avete mai fatto, è arrivato il momento di rimediare!) e di venir catturati da una delle colonne dei templi greci, una delle poche a restare ancora in piedi.

La colonna in questione è soprannominata proprio lu fusu di la vecchia e la sua storia è legata al vecchio mito che vuole la Sicilia abitata originariamente dai Giganti. Si narra infatti che nel trapanese vivessero i Feaci e i Lotofagi, originari rispettivamente di Camarina e Corfù. I primi erano abili navigatori, i secondi, invece, erano dediti alla pastorizia e all’agricoltura.

La colonna del tempio selinuntino sarebbe stata, secondo l’antica leggenda, il fuso con il quale una donna era solita filare la lana per preparare gli abiti dei Giganti. E pare che fosse una sola l’abile tessitrice in grado di fare ciò e della quale nessuno era stato in grado di apprendere i segreti. Uno dei segreti stava proprio nello strumento utilizzato: un fuso costruito con i massi infrangibili dei primi titani, Urano e Gaia. Scoperto il segreto, le tessitrici più giovani avevano provato a distruggere il fuso, senza tuttavia riuscirvi. La vecchia era morta per il dolore e da quel momento i Giganti erano stati costretti a girare nudi o vestiti con pelli non lavorate.

Leggenda a parte, ciò che rende davvero affascinante questa colonna è la particolare illusione ottica che la fa sembrare, ammirandola da lontano, molto più piccola di quanto in realtà essa sia: 16 metri di altezza per 10 di larghezza.

E avvicinandoci ad essa non potremmo non pensare che nessuno sarebbe stato in grado di costruire un fuso così grande se non un Gigante in persona.