Le Grotte di Scurati

Le Grotte di Scurati

Immaginate di immergervi nei meandri della storia, di conoscere uno dei luoghi in cui l’uomo si è insediato sin dal Paleolitico. Pronti a scoprire le Grotte di Scurati?

Molti di noi, sentendo parlare delle Grotte di Scurati, le associano al suggestivo presepe vivente che ha incantato tutti noi da bambini, dal 2006 riconosciuto nel Registro delle Eredità Immateriali della Sicilia. Tuttavia le suggestive grotte nei pressi di Custonaci, in provincia di Trapani, celano molto altro.

Intanto custodiscono una storia importante. Al loro interno, infatti, sono stati ritrovati resti di utensili, ossi di animali e graffiti che risalgono al Paleolitico Superiore.

Tuttavia, uno dei ritrovamenti più suggestivi emerso dagli scavi è rappresentato dalle lumache di mare fuse nelle pareti rocciose a indicare che originariamente la grotta era sommersa dalle acque del Mediterraneo.

La grotta Mangiapane

A partire dal 1819 una delle grotte del complesso, la grotta Mangiapane (conosciuta anche come Grotta degli Uffizi), fu protagonista di un nuovo insediamento umano.

Qui infatti si stabilirono i membri della famiglia Mangiapane che diedero vita a un vero e proprio borgo rurale con piccole abitazioni, stalle, un forno a legna e una cappella. Un’oasi felice, lontana dal rumore della città e con lo splendido panorama del Golfo di Erice a incorniciare il tutto.

La storia del borgo durò fino al secondo conflitto mondiale, quando gli interessi economici legati all’estrazione del marmo (ricordiamo che Custonaci è il secondo polo marmifero europeo dopo Massa Carrara) costrinsero la famiglia a lasciare la grotta.

Oggi le antiche case dei Mangiapane sono disabitate, ma al loro interno tutto è rimasto come allora: in un enorme museo etnoantropologico allestito all’interno delle abitazioni, infatti, si possono ammirare gli attrezzi tradizionali di oltre settanta mestieri ormai tramontati.

La grotta, inoltre, è stata anche il set di alcune scene della famosa serie televisiva Il commissario Montalbano.

Le altre grotte

Tra le altre grotte, risultano interessanti la Grotta del Crocifisso, al di sopra della piccola cappella votiva di Monte Cofano, Grotta Rumera, utilizzata come fortificazione durante le invasioni saracene e Grotta Cufuni con le sue splendide formazioni calcaree, gli stalattiti e gli stalagmiti.