La Magna Via Francigena

La Magna Via Francigena

160 chilometri per scoprire una Sicilia che non vi aspettate

Negli scorsi mesi molte testate giornalistiche locali hanno titolato le loro prime pagine “Anche la Sicilia ha il suo cammino di Santiago”. Anche se più breve e ancora tutto da inaugurare. Il primo percorso ufficiale infatti è previsto per il prossimo mese di giugno e riguarderà proprio la Magna Via Francigena che da Palermo conduce ad Agrigento, incrociando una delle vie della transumanza, quella di Castonovo di Sicilia e toccando tre province siciliane (oltre alle due già citate, anche Caltanissetta). Il progetto ha come capofila Castronovo di Sicilia e si avvale della partnership di altri tredici Comuni dell’isola.

L’antica via solcata dai pellegrini durante tutta l’età medievale offre allo spettatore in viaggio una serie di paesaggi cangianti all’interno di una Sicilia per lo più rurale, tutta da scoprire, permettendogli di scegliere anche tra due modalità di ospitalità: l’accoglienza pellegrina organizzata da parrocchie e associazioni e che permette di pernottare presso le abitazioni dei privati o, quella più tradizionale, all’interno di strutture quali agriturismi e B&b dislocati lungo tutto il percorso.

Il percorso lungo 160 chilometri, divisibili in 8 tappe di circa 20 chilometri ciascuna, si dipana attraverso strade di campagne e antiche trazzere. Così come per il Camino di Santiago, ai pellegrini che sceglieranno di percorrere la Magna Via Francigena sarà dato il Testimonium che attesterà appunto l’avvenuto pellegrinaggio. Ma non pensate che il percorso sia adatto solo a religiosi: esso riserva piacevoli sorprese anche agli appassionati trekking, agli etnologi, ai collezionisti di pietra e a tutti colori che amano camminare a contatto con la natura. E quella di questi luoghi, vi assicuriamo, non vi deluderà.

La Magna Via Francigena, tuttavia, non è l’unica in Sicilia. Negli anni studiosi e archeologi hanno riscoperto dopo oltre sette secoli di oblio una fitta rete viaria già solcata da Greci, Romani, Arabi, Bizantini e, soprattutto, Normanni. Tra le vie francigene siciliane ricordiamo: la via che da Palermo porta a Messina lungo le Madonie e i Nebrodi; la Via Francigena mazarese; la Via Selinuntina, che collegava l’insediamento greco ad Agrigento; la Via Francigena Fabaria. Un sistema di oltre 900 chilometri di strade che permettono di conoscere luoghi spesso lontani dal turismo classico ma ricchi di tradizioni e cultura.