Il castagno dei Cento Cavalli

Il castagno dei Cento Cavalli

Immaginate una principessa smarrita con il proprio seguito in un bosco durante un temporale. Dove potrebbe rifugiarsi? Un bambino risponderebbe “dentro il tronco di un albero”. E se a qualcuno la risposta potrebbe suonare strana o potrebbe subito far pensare all’eventualità della caduta di un fulmine, qualcun’altro sognerebbe di fare quest’ avventura. Ma com’è possibile ripararsi dentro un albero?

Chi sta ancora chiedendoselo, probabilmente non ha mai visitato la Sicilia, non ne ha mai visto gli imponenti ficus, gli alberi di carrubbo, quelli di castagno. E proprio di castagni vogliamo parlarvi in questo post. Ovviamente non si tratta di un castagno qualunque, ma del castagno più grande d’Italia.

Del caro e vecchio albero sito nel Parco dell’Etna, nel bosco di Carpineto, non si contano più gli anni. Sotto le sue fronde si è rifugiato chiunque: chi per sfuggire alla calura estiva, chi per ripararsi da un temporale, come la principessa della quale vi parlavamo all’inizio. A proposito, chi era questa nobildonna? Secondo alcuni si trattava dell’imperatrice Isabella d’Inghilterra, terza moglie di Federico II, secondo altri di Giovanna d’Aragona. Identità a parte, pare che la donna in questione avesse consumato con i cavalieri del suo seguito diversi rapporti, contribuendo a rendere celebre la fama del grande albero.

Qui realtà e finzione, biologia e leggenda si fondono dando al vecchio castagno un fascino del tutto particolare. Sì, perché se l’albero è davvero plurimillenario (gli esperti sostengono possa avere dai duemila ai quattromila anni), è possibile che sotto i suoi rami abbiano trovato riparo Sicani e Saraceni, Romani e Greci, Francesi e Spagnoli e potremmo continuare a lungo.

C’è chi sostiene che il castagno dell’Etna sia addirittura l’albero più vecchio del continente europeo. E per dare una risposta definitiva a questo quesito il programma televisivo Super Quark, tra gli altri, ne ha studiato  il DNA, spingendosi più in là e affermando che l’albero potrebbe avere la più grande circonferenza del mondo. Tesi che, tuttavia, è ancora al vaglio della comunità scientifica.

Se quello siciliano sia o meno l’albero più grande del mondo lo scopriremo più avanti grazie alla scienza. Al momento però non lasciatevi scappare una sosta sotto i suoi rami, anche voi resterete colpiti dal suo particolare fascino.