Danneggiamento cartellone Falcone e Borsellino, sarebbe stato un clochard

Danneggiamento cartellone Falcone e Borsellino, sarebbe stato un clochard

A far luce sull’episodio, gli agenti della squadra mobile che hanno ricostruito la dinamica di quanto accaduto il 7 luglio scorso. Le immagini ritraggono l’uomo nell’atto di spegnere una sigaretta sul cartellone.

Non ci sarebbe alcuna intimidazione dietro il danneggiamento del cartellone posizionato sulla recinzione esterna dell’istituto scolastico De Gasperi, in piazza Giovanni Paolo II, ritraente la foto dei due giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ma solo il gesto di un clochard affetto da disturbi psichici. A far luce sull’episodio, gli agenti della squadra mobile che hanno ricostruito la dinamica di quanto accaduto il 7 luglio scorso.

Gli investigatori, infatti, attraverso la visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza, hanno accertato come a generare il fuoco sia stato un senza fissa dimora con problemi psichici, che da qualche tempo occupa una panchina della piazza. Lo stesso è stato, nitidamente, immortalato dalle telecamere nell’atto di spegnere una sigaretta sul cartellone e provocarne un foro. L’uomo è stato denunciato per danneggiamento.

La ricostruzione dei fatti, secondo la polizia, porta ad escludere un’intimidazione e un collegamento con il quasi contestuale danneggiamento del busto di Giovanni Falcone, avvenuto all’interno dell’omonimo istituto di via Marchese Pensabene.

Fonte: MeridioNews